• Giovedì 20 aprile 2023

  • 10:00-11:30

  • Casa Emergency (Milano)


Live streaming a scuola
Scuole secondarie di II grado
Emergency

La comunicazione della guerra.

Guida pratica per farsi le domande giuste.

Evento live Emergency.
#laguerraè

EMERGENCY è tornata a parlare agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado con un evento live attraverso il quale si sono approfonditi alcuni aspetti legati alla narrazione della guerra.

I numeri dell'evento

22.000

Studenti e docenti partecipanti

350

Domande degli studenti durante il live

211

Istituti partecipanti

143

Città coinvolte

L'evento


"Spero che si rafforzi la convinzione che le guerre, tutte le guerre sono un orrore. E che non ci si può voltare dall’altra parte, per non vedere le facce di quanti soffrono in silenzio".

Gino Strada da Pappagalli verdi

“Non credere una parola, ogni volta che cercheranno di spiegare come sarà bella la guerra futura, tecnologica, selettiva, “umanitaria.” Sarà solo un altro carico di morte e di miserie umane. […] In questi mesi all’interno della guerra abbiamo lavorato molto, rattoppando ferite. E abbiamo capito che non possiamo tacere di fronte ai crimini, anche quando compiuti in nome della “civiltà.”

Nel 2022, un nuovo conflitto, si è aggiunto alle decine di guerre già presenti nel mondo, facendoci ripiombare nell’incubo dell’uso della violenza e delle armi. Ogni giorno, il sempre maggiore flusso di informazioni che ci avvolge condiziona la nostra capacità critica di leggere la realtà. Nella narrazione tra bene e male, giusto e sbagliato, i fatti non costituiscono più una prova; le immagini appaiono distorte, ingannevoli, abituandoci alle sofferenze e alla distruzione.

Con questo nuovo evento di EMERGENCY dedicato agli studenti delle scuole secondarie di II grado, si sono voluti approfondire alcuni interrogativi della narrazione della guerra: le guerre sono tutte uguali? Esiste una propaganda di guerra da renderla una scelta accettabile, possibile? Attraverso speech di esperti, video, foto, pareri, interazioni live, dibattiti e riflessioni gli studenti hanno avuto la possibilità di comporre una propria cassetta degli attrezzi per orientarsi e per affinare la capacità di osservare i fatti e di analizzarli. Un appuntamento per riflettere, sollevare dubbi e immaginare un futuro differente, che sia innanzitutto a sostegno della pace, della pratica dei diritti umani e per non voltarsi dall'altra parte.

I protagonisti dell’incontro
Giammarco Sicuro (inviato speciale Rai), Annalisa Camilli (giornalista di Internazionale), Andrea Segre (regista), Giorgio Taverniti (Tech Educator @WMF), Luca Radaelli (Medical Staff Planning Manager EMERGENCY). Modera Michela Grasso di SpaghettiPolitics.

Gli interventi sono stati introdotti da video, da foto e da sondaggi a cui gli studenti hanno risposto attraverso una piattaforma interattiva.

Risorse collegate

Partner


Un evento
Organizzato da

© 2024 Unisona. All rights reserved. P.IVA 08281650963